fbpx

Due motivi per i quali non puoi e non DEVI aspettare altro tempo se vuoi vendere casa a Perugia ad un prezzo decente

Ecco perché non agire subito per vendere casa a Perugia, ti farà perdere tanto tempo e migliaia di euro.

Penso siano accadute anche a te delle cose che, in seguito, ti hanno fatto riflettere.

 

Nel mio caso ho capito che i problemi non capitano sempre per nuocere. Quel che è sicuro, però, è che arrivano sempre nei momenti peggiori.

perdita-acqua-2

Sabato pomeriggio, proprio quando stavo uscendo per fare dello shopping con mia moglie, ho notato una perdita dal contatore dell’acqua. Dato che di tubi e rubinetti non ci capisco niente, ho chiamato l’idraulico e anche se era sabato pomeriggio, è venuto lo stesso.

 

Il problema era piuttosto banale, infatti lo ha risolto in soli 5 minuti. Una vera fortuna!

Quando gli ho chiesto quanto dovevo pagare per l’intervento, mi ha risposto “Niente!”. Anche se ho insistito parecchio è stato inutile, non ha voluto un centesimo: il motivo per cui non ha voluto soldi, è stato che ci ha messo solo 5 minuti per capire il problema e sistemarlo.


E’ successa una cosa simile anche la settimana scorsa: lo scarico del bagno dell’ufficio non funzionava ed è venuto un altro idraulico. Ha detto che sarebbe dovuto tornare perché il lavoro era più complesso del previsto. In seguito lo scarico ha ripreso a funzionare e l’ho chiamato per dirgli di non tornare. Anche a lui ho chiesto quanti soldi gli dovevo per essere venuto a controllare lo stato del bagno e anche questa volta la risposta è stata
“Niente!”. Ovviamente ho nuovamente insistito anche con lui, ma non ha voluto nulla. La sua risposta è stata che non aveva fatto niente, era venuto per fare un sopralluogo ed aveva solo speso del tempo.

“Solo tempo?! “ questa cosa mi ha davvero fatto riflettere.

Queste due piccole seccature, per quanto negative, mi hanno dato modo di riflettere positivamente sul tempo e su quanto sia importante e prezioso per tutti.

Il tempo è l’unica cosa che non possiamo comprare. Tante volte avrai sentito dire dalla gente “Non ho tempo”, che vorrebbero “giornate di 48h”, oppure “Non faccio più in tempo…”.

tempoIn effetti con tutti gli impegni della giornata, il tempo è sempre poco. Addirittura, a volte, deleghiamo compiti agli altri, perché non abbiamo modo di fare qualcosa di persona.

Magari hai anche sentito dire “il tempo è denaro”. Lasciami dire che non c’è verità più assoluta.

Ho letto per la prima volta questa frase tanti anni fa, la pronunciava sempre zio paperone nei fumetti che leggevo da bambino. Ancora oggi, però, è una regola che vige anche nella mia attività di agente immobiliare. Oggi come non mai, nella compravendita delle case, il tempo gioca un ruolo fondamentale.

Quando incontro un cliente -proprietario di un qualsiasi immobile- e lo sento pronunciare la frase “Non ho fretta di venderla!”, mi vengono letteralmente i brividi. Probabilmente lui non se ne rende conto, ma attendere l’offerta migliore renderà la vendita molto più difficile.

Purtroppo, l’idea di “aspettare l’acquirente perfetto” è la più sbagliata in assoluto. I motivi per i quali chi vende casa è portato a pensarla, sono per lo più due:


Il primo è che le persone credono di vivere ancora nel passato.

Fino al 2008, i prezzi delle case salivano giorno dopo giorno e la fretta era la prima nemica della vendita di un immobile. A quell’epoca aspettare l’offerta “giusta” era una pratica lungimirante, dato che le persone compravano in abbondanza. Bastava attendere un po’, ed il proprietario di casa poteva essere sicuro di fare ottimi affari. Il tempo giocava a favore di chi vendeva casa, ma oggi non è più così: quel periodo “fortunato” è finito.

Oggi le banche non danno mutui facilmente (dato che in passato ne hanno concessi con troppa leggerezza) e vogliono la garanzia che si possano pagare le rate con costanza. Ecco perché tutte quelle case che prima potevano essere vendute facilmente ed erano delle risorse, oggi sono diventate addirittura un problema. Negli ultimi anni, poi, le tasse delle case sono aumentate a dismisura: questo allontana anche quei pochi compratori con i soldi, che sono giustamente spaventati dalle spese di mantenimento di una casa.

Quindi no, gli acquirenti pronti ad offrire più soldi per la tua casa non esistono più e non ha alcun senso aspettarli!!

parole_a_vuoto_sorditàIl secondo motivo che spinge chi vuole vendere una casa a pensare “Non ho fretta!”, sono le informazioni sbagliate che troppo spesso ci propinano giornali e televisione.


Ci hai fatto caso?

 
Dopo i primi mesi dalla tanto proclamata
“crisi, politici e mezzi d’informazione hanno cercato di raccontare a tutti che il peggio era passato e che la ripresa sarebbe stata imminente: solo un po’ di pazienza e tutto sarebbe tornato come prima.

QUESTO NON È AFFATTO VERO

Nulla tornerà più come prima, ma questo è un altro discorso. Limitiamolo all’immobiliare.


Il mercato immobiliare italiano, non tornerà mai ai giorni che hanno preceduto il 2008 e voglio spiegarti perché:


Nel decennio 1995 –  2005 comprare case era diventato quasi uno sport. Sono state costruite migliaia di abitazioni, pagate spesso con mutui concessi come se fossero acqua fresca. Queste sono le stesse case che ora sono vuote e che non fanno altro che pesare come macigni sui magri bilanci familiari.


Possono mai essere queste le premesse di un nuovo boom dell’immobiliare? Nemmeno per sogno!


A Perugia, poi, la situazione non è certo diversa: il mercato degli affitti agli studenti non è più così fiorente, la città è piena di cartelli “affittasi” e i prezzi delle case non fanno altro che scendere (su base 100, il valore delle case tra un anno sarà 95).

Per te tutto questo è una brutta notizia, lo so. Ma se hai deciso di vendere casa, devi fare i conti con questa realtà e capire finalmente che, aspettare ancora altro tempo, non ti aiuterà in alcun modo a fare affari d’oro.

In un mercato che gioca al ribasso come quello di oggi, il tempo è decisivo:


>>> La casa si vende al massimo del suo valore nei primi 90 giorni di lavorazione. <<<

Poi l’interesse diminuisce, vendere diventa sempre più difficile e se ci si riesce il prezzo è sempre più basso di quello iniziale.

Piero, ad esempio, uno dei miei clienti che ha tenuto in vendita un appartamento in via dei filosofi per diversi mesi, ha rifiutato 3 offerte ottime e alla fine ha venduto a 10.000 € in meno di quella precedente

Oppure potrebbe accaderti quello che è successo a Paolo, il quale ha venduto il mese scorso il suo immobile in Via XX Settembre a 150.000 €, dopo aver rifiutato un’offerta di 180.000 € un anno fa.

Ho accennato a queste storie, per darti un’idea di quanto può essere dannoso aspettare del tempo per decidere di vendere casa. Ovviamente, nell’immobiliare, ci vuole tantissima attenzione e competenza: la fretta non deve farti compiere follie, affidandoti al primo che capita.

Quello che ti serve è un professionista esperto e specializzato.

Proprio per questo, in quanto agente immobiliare specializzato nella vendita di abitazioni residenziali, ho creato per te La Guida dei 9 passi per vendere casa in 90 giorni”. Puoi scaricarla gratis compilando il form che trovi nella pagina iniziale del blog. (fai click qui)


Se hai proprio tanta fretta
–bravo, cominci a capire come funziona! – chiamami al 393.96 81 299, per una consulenza gratuita e senza impegno.

Basta perdere tempo, agisci subito in tutta sicurezza e vendi la tua casa, al miglior prezzo, in soli 90 giorni!


A presto e…. Buona Vendita!

Marco Ceresara – Il tuo agente immobiliare

Please follow and like us:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!
WhatsApp Contattaci con Whatsapp